Alfonso Ribeiro fa causa a Fortnite: “La Carlton Dance è mia”

Alfonso Ribeiro contro il celebre videogame Fortnite. Una sfida inedita che davvero non c’aspettavamo e che si combatterà prossimamente nelle aule dei tribunali. Il motivo? Lo storico interprete di Willy, il principe di Bel-Air sostiene che gli abbiano rubato la sua iconica “Carlton Dance”.

 

Il balletto con cui l’attore si cimentava nei panni di Carlton Banks nella divertente sitcom attualmente in onda su Spike TV (canale 49 del digitale terrestre), tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle ore 18.40, è al centro della più imprevedibile tra le controversie legali sentite di recente.

Come tutti gli spettatori di Willy, il principe di Bel-Air ben sanno, l’attore nella serie comedy spesso e volentieri si esibiva in un suo personale spassosissimo balletto sulle note di It’s Not Unusual, la hit degli anni ’60 interpretata da Tom Jones. Un ballo diventato un autentico cult negli anni ’90 e che ancora oggi contrinua a essere ricordato con un sorriso sulle labbra, grazie a meme, immagini e GIF vari che circolano in rete.

 

Il caso

Una danza che oggi è tornata più che mai popolare grazie a Fortnite, che l’ha inserita come emote, ovvero un tipo di balletto che i personaggi di questo videogioco di ruolo possono utilizzare sul campo di battaglia. Il tutto però a quanto pare senza chiedere il permesso all’attore che l’ha inventata. Alfonso Ribeiro ha così deciso di fare causa alla Epic Games, la compagnia produttrice del videogame best seller.

Il precedente

Non è la prima volta che gli succede una cosa del genere. Tanto per citare Tom Jones: it’s not unusual. Ribeiro aveva infatti già ricorso per vie legali contro la 2K Sports, che nel videogame di basket NBA 2K16 aveva usato dei passi di danza che anche in questo caso richiamavano in maniera evidente la epica Carlton Dance. I giudici daranno ragione a Carlton… scusate, ad Alfonso?

Scroll to top