Quei bravi ragazzi: il memorabile discorso di Joe Pesci per l’Oscar vinto

È stato uno dei discorsi più memorabili nella storia degli Oscar. Joe Pesci è davvero riuscito a lasciare il segno quando è salito sul palco all’edizione 1991 degli Academy Awards per ricevere la statuetta dorata di miglior attore non protagonista, ottenuta grazie alla sua interpretazione in Quei bravi ragazzi.

Quei bravi ragazzi su Spike

Il grandiso mafia movie diretto da Martin Scorsese sta per arrivare su Spike TV (canale 49 del digitale terrestre e canale 26 di tivùsat). Quei bravi ragazzi vi aspetta venerdì 5 aprile alle ore 21.30, all’interno del nostro ciclo Menti criminali. Nel cast, al fianco di Pesci, ci sono anche Robert De Niro e Ray Liotta.

Che discorso!

Per il ruolo del violento gangster Tommy DeVito, Joe Pesci, che presto tornerà nei cinema con The Irishman nuovamente diretto da Scorsese, ha tirato fuori una delle performance migliori della sua carriera. Probabilmente anche la sua più celebre in assoluto, insieme a quella del ladro Harry Lime in Mamma, ho perso l’aereo.

 

Per un’interpretazione tanto straordinaria, Pesci si è rivelato altrettanto folgorante allo Shrine Civic Auditorium di Los Angeles, dove si sono tenuti gli Oscar 1991. Andiamo a rivedere il momento della sua premiazione e andiamo a risentire il suo ringraziamento. Un discorso molto commovente, trascinante, che ha ispirato diverse generazioni di attori…

Ehm, non esattamente. Come avete potuto vedere, Joe Pesci si è limitato ad appena cinque parole: “È un mio privilegio, grazie!”. Non proprio il discorso più emozionante di sempre, ma di certo uno dei più brevi e minimal nell’intera storia dell’Academy, quindi a suo modo memorabile. Bravo Joe!

Scroll to top