Mega-rissa tra due fazioni di youtuber: coinvolti più di 400 follower

Ritorno al passato. Due fazioni “nemiche” di YouTuber si sono scontrate e no, non stiamo parlando di una sfida virtuale. I due gruppi si sono trovati in real life, nella vita reale.

Una rissa old school

Lo scontro, anzi la mega rissa, si è tenuta a Berlino, nella celebre Alexanderplatz. Più di 400 persone coinvolte, di cui una cinquantina di facinorosi veri e propri, decine di arresti e numerosi feriti. I numeri fanno pensare a un resoconto bellico, e invece si tratta di una contrapposizione tra i follower di due giovani webstar tedesche.

Secondo le prime ricostruzioni di quanto avvenuto, a dare il via a tutto è stato ThatsBekir, che sul suo canale di YouTube ha oltre 260 mila follower. È stato lui a proporre un “incontro dei fan” in piazza a Berlino, cui si sono presentati in oltre 400. Tra una cinquantina di loro si è poi scatenata una rissa.

A questo punto è nata una gran confusione, qualcuno ha fatto anche uso di spray al peperoncino, e in venti sono saltati in mezzo ai binari della metropolitana per lanciarsi pietre tra di loro. Per sedare gli scontri la polizia è dovuta intervenire con i lacrimogeni e una poliziotta ha riportato delle ferite.

I motivi dello scontro

Le ragioni di questa “guerra” al momento non sono state ancora ben chiarite. La polizia sta però investigando pure sul coinvolgimento di un altro YouTuber, Bahar Al Amood, che pare abbia a sua volta mobilitato i suoi fan.

Il capo dei sindacati della polizia di Berlino, Norbert Cioma, ha commentato i disordini dichiarando: “Nella scena rap e in quella dei vari influencer vediamo sempre di più YouTuber che si comportano in maniera irresponsabile nei confronti dei loro follower. Ormai è di moda dare del tutto consapevolmente fuoco alle polveri solo per generare sempre più follower, abbonati e click”.

Bahar Al Amood, YouTuber con circa 13 mila follower, si è scusato per quanto successo attraverso il suo account Instagram. ThatsBekir ha invece affermato di aver ricevuto delle minacce e ora ha “bisogno di fare una pausa. Sono traumatizzato e ho paura di uscire, voglio stare con la mia famiglia”. Per poi comunque lanciare una frecciatina allo YouTuber rivale, accusato di andare in “livestream per insultarmi”.

I leoni da tastiera per un giorno si sono trasformati in autentici guerrieri. A questo punto c’è da rimpiangere i cari bei “vecchi tempi” in cui gli scontri avvenivano soltanto sul web.

Scroll to top