Un meme vi seppellirà

Complici i rituali per la formazione del nuovo governo, i politici sono i protagonisti indiscussi dei meme, diffuso strumento di satira sui social. Più di tutti nel mirino il neo presidente della Camera, Roberto Fico del Movimento 5 Stelle, che ha deciso di fare come la gente comune: raggiungere in autobus il luogo di lavoro. L’irritualità del gesto non è sfuggita alimentando l’ironia: Fico in versione sacra che annuncia: “Pio l’autobus”. Non manca la satira trasversale: Fico sull’autobus e l’ex premier Renzi in bici (dal suo ultimo spot elettorale) che cerca di raggiungerlo. E ancora in “Fico con la scorta” si vede un autobus di linea affiancato da un finto bus “vestito” con sirena e colori delle auto della polizia. Anche Di Maio è stato vittima dei meme: alle consultazioni viene “interrogato” dal presidente Mattarella. Dall’altra parte dell’arco costituzionale Salvini che se la prende con i migranti che ruberebbero i pokemon agli italiani, Massimo D’Alema nei panni di un dissacrante Jep Gambardella, Silvio Berlusconi con nuove promesse. Infine, i meme possono essere anche “ritorsioni” contro discutibili scatti pubblicati proprio dalle vittime. E’ il caso di Elisa Isoardi, compagna di Salvini che ha pubblicato sue foto mentre stirava una camicia al leader leghista. Non si è fatta attendere la carica ironica dei social: dalla foto di coppia in camicia bianca ma quella di lui ha una bruciatura a forma di ferro da stiro, al cappuccio usato dal Ku Klux Klan perfettamente stirato

Scroll to top