Terrus e il museo delle opere false di Elne

‘La storia è una galleria di quadri con pochi originali e molte copie’, diceva il visconte Alexis de Tocqueville. Del tutto falsi, invece, sono i quadri scoperti nel museo dedicato al pittore Étienne Terrus di Elne, nel sud della Francia. Ottantadue ‘tarocchi’, per l’esattezza. Acquistati negli ultimi vent’anni, rappresentavano più della metà della collezione esposta, e avrebbero avuto un valore totale di circa 160 mila euro. Se fossero stati veri, ovviamente. A far scattare le verifiche, la segnalazione di Eric Forcada, critico e storico d’arte. Un ‘disastro’, ha detto il sindaco della cittadina che ha chiesto scusa ai visitatori. Amico di Matisse, Terrus era nato nel 1857 a Elne, dove è morto nel 1922. Si dedicò quasi esclusivamente alla rappresentazione dei paesaggi della sua terra Giovani e di talento. Ma in Italia… non li conosce nessuno. Sono i quattro connazionali nella lista dei 40 migliori professori del mondo di business dalla rivista americana Poets & Quants, considerata la ‘Bibbia’ del settore. Non chiamateli, però, ‘cervelli in fuga’: Ileana Stigliani, Paolo Aversa, Paolo Taticchi e Stefano Tasselli hanno scelto loro di studiare, fare ricerca e insegnare nelle migliori università del mondo. E ora spaziano dagli studi sulle auto di Formula 1, per capire quando è il momento di innovare, all’insegnamento ai futuri manager su come risolvere criticità cercando le soluzioni nel design. Ma tornerebbero in Italia? ‘Sto bene qui – dice Aversa – Prenderei in considerazione un ritorno solo se ci fossero le condizioni giuste e l’opportunità di fare bene’

Scroll to top