Spike News - Fake vs Good 01:30
episodio

Se anche i piranha non sono più quelli di una volta

D’accordo, sono erbivori. Ma sempre di piranha si tratta e che non mangino carne potrebbero anche non dirvelo. A quel punto, avreste coraggio di tuffarvi e nuotare insieme a loro? Sicuramente qualche amante delle emozioni forti sì, dopo aver anche pagato regolare biglietto, che tutto è tranne che fake. Dove si trovano, dunque, questi finti piranha? A Torino, precisamente al bioparco Zoom, dove il particolare bagnetto è da qualche giorno possibile tra le offerte al pubblico. Si chiama Snorkel Experience e, muniti di speciale maschera, consente ai maggiori di nove anni di nuotare, nella piscina Malawi Beach, in mezzo ai pirahna vegani. L’area, va detto, era già abbastanza affollata, tra migliaia di ciclidi, specie tropicale tipica del Malawi, i pacu, le razze di acqua dolce e persino due ippopotami. Ma per loro, in questo caso, c’è un vetro divisorio.

Sono quattordici i locali a Roma che hanno aderito al “Ristorante solidale”, progetto di food delivery lanciato l’anno scorso a Milano dall’applicazione per le consegne di cibo a domicilio Just Eat. L’iniziativa è nata sull’onda della sensibilizzazione sul fenomeno dello spreco alimentare, con azioni e donazioni a favore dei più bisognosi. “Ristorante solidale” arriva nella Capitale dopo Milano e Torino grazie anche alla collaborazione di Caritas e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. Fino a questo momento il progetto ha donato in un anno tremila pasti a milleseicento persone in una ventina fra comunità e case di accoglienza.

Scroll to top