Salami vegani e la prima volta della regina Elisabetta

Ha fatto venire l’acquolina in bocca a vegani, vegetariani e non solo. È l’insalame, la versione vegetale del tradizionale insaccato che spopola sul web. Gli ingredienti? Cicoria, lattuga, rucola, scarola, radicchio e valeriana. Il grasso è ottenuto da oli vegetali e burro di nocciole centrifugati. La membrana che racchiude il tutto è ricavata da foglie di mais. Una trovata gourmet degna di sostituire il più tradizionale insaccato. Per giunta Made in Italy, anzi Made in Marche. Peccato che sia una colossale bufala! Secondo gli esperti, le foto che girano sui social sono quelle di un salame felino virata sul verde, con un’abile tocco grafico. Ma i vegetariani non perdano le speranze: l’idea è stata lanciata e prima o poi potrebbero ritrovarsi sulla tavola l’agognato insalame.

A novantun’anni la regina Elisabetta finisce in passerella per una giornata Very Fashion. Inappuntabile con il suo tailleur pastello, spilla di brillanti e l’immancabile borsetta, la sovrana in 65 anni di regno non aveva mai presenziato a una sfilata della London Fashion Week. Ma questa volta ha fatto un’eccezione. Così è finita in prima fila a godersi lo spettacolo delle creazioni dello stilista emergente Richard Quinn, premiato poi dalla sovrana con il primo Queen Elizabeth II Award per il British Design, dedicato ai migliori nuovi talenti britannici nella moda.

Scroll to top