Polmoniti nel bresciano? torna la madre di tutte bufale [24/09]

FAKE – POLMONITI NEL BRESCIANO? TORNA LA MADRE DI TUTTE BUFALE

Quella delle scie chimiche sarà ricordata come la madre di tutte le bufale. E a volte ritorna. In questo caso è stata tirata fuori per spiegare i casi di polmonite verificatisi nel bresciano. A diffondere la fake su questo inverosimile collegamento ci ha pensato Rosario Marcianò, nome caro ai debunker, che in un articolo sul suo blog, Tanker Enemy, poi postato su Facebook, spiega come il numero di persone morte per infezioni batteriche sia lievitato con l’aumento del traffico aereo. E poi sostiene che nei carburanti avio (quelli con un alto numero di ottani) sono presenti batteri killer. E, infine, lascia intendere che alcuni di questi microrganismi siano quelli legati alle polmoniti. Invece è stato accertato dalle Asl che le polmoniti sono causate dalla legionella, batterio presente negli ambienti acquatici naturali e artificiali e, quindi, non nell’aria.

GOOD – GERMANIA AVANGUARDIA GREEN, PARTITI PRIMI TRENI A IDROGENO

Hanno viaggiato su binari tedeschi i primi due treni al mondo alimentati da celle a combustibile a idrogeno. Prodotti da Alstom, si chiamano “Coradia iLint” e sono completamente privi di emissioni. Raggiungono i 140 chilometri orari e presto entreranno in servizio ufficialmente sui binari della Bassa Sassonia. Con un solo ‘rifornimento’ i convogli potranno viaggiare tutto il giorno, grazie ad un’autonomia di mille chilometri. Ognuno di questi piccoli treni regionali può trasportare 300 persone, di cui 150 sedute. E anche l’idrogeno proviene da fonti rinnovabili. Le ferrovie locali hanno già ordinato alla Alstom altri 14 esemplari che arriveranno nel 2021.

Scroll to top