Leghista Iwobi aggredito da compagni di partito ma è una bufala [23/07]

FAKE: LEGHISTA IWOBI AGGREDITO DA COMPAGNI DI PARTITO MA E’ UNA BUFALA
Ad uno sguardo poco attento potrebbe sembrare vero l’articolo apparso su una testata online, in cui si racconta di un’aggressione da parte di militanti della Lega. Il gruppo avrebbe insultato un compagno di partito, il senatore di origini nigeriane, Tony Iwobi, con tanto di frasi razziste riportate tra virgolette: “tornatene al tuo paese, qui non ti vogliamo”. L’aggressione, in realtà, non c’è mai stata e neanche le frasi razziste indirizzate al senatore. L’episodio è completamente frutto di invenzione e la pagina web è un falso. E’ stata creata utilizzando degli script che consentono di modificare le pagine web reali delle testata online. Ulteriore fortissimo indizio che si tratta di una fake è individuabile nelle sezioni del sito, dove compaiono delle scritte come Spanking e Rimming che nulla hanno a che vedere con le categorie di notizie trattate di consueto dalla testata in questione

GOOD: IVREA NEL PATRIMONIO UNESCO, PREMIATO IL SOGNO DI ADRIANO OLIVETTI
A centodieci anni dalla sua fondazione, arriva una buona, buonissima notizia per Ivrea, la città nata e cresciuta nella visione illuminata dell’ingegnere e imprenditore Adriano Olivetti. L’Unesco l’ha iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale come “Città Industriale del XX Secolo” diventando così il cinquantaquattresimo sito Unesco italiano. Si è sviluppata tra gli anni Trenta e Sessanta secondo la “filosofia olivettiana”, in cui contava innanzitutto il benessere dei dipendenti. L’azienda, infatti, permetteva “orari flessibili” per i lavoratori, c’erano borse di studio, doni per Natale e giocattoli per i figli degli operai, ambulatori medici, asili nido, centri estivi, una mensa e una biblioteca. La stessa forma della città e gli edifici sono stati progettati da alcuni dei più noti architetti e urbanisti italiani di quel periodo.

Scroll to top