Spike News - Fake vs Good 01:30
episodio

La festa della donna tra bufale e storia

Quella dell’origine della Festa della donna è una delle bufale più datate, in circolazione da molto prima di internet.

Tanti sono convinti che sia in onore delle operaie vittime di un incendio in una fabbrica. Secondo la leggenda, giorni prima dell’8 marzo 1908, le lavoratrici di un’industria tessile di New York entrarono in sciopero contro le condizioni di lavoro, fino a quando l’8 marzo furono chiuse dal proprietario dentro lo stabilimento, che poi andò a fuoco, uccidendole. Nella realtà un incendio si verificò in una fabbrica americana, la Triangle, uccidendo 146 persone, per la maggior parte donne. Ma era il 25 marzo 1911. Altre voci invece danno come origine della festa una repressione della polizia a un corteo di operaie nel 1857.

La festa della donna trae origine in realtà dalla Conferenza delle donne socialiste a Copenhagen nel 1910, quando si stabilì di istituire una giornata comune in tutti i paesi per la rivendicazione dei diritti femminili. Ma la data venne scelta successivamente: l’8 marzo 1917 le donne russe scesero in piazza a San Pietroburgo, chiedendo la fine della guerra.
In Italia la festa della donna si celebra l’8 marzo dal 1925.

E la mimosa? E’ un’idea tutta italiana: il fiore compare dal 46 su iniziativa di Teresa Noce, Rita Montagnana e Teresa Mattei e con gli anni è diventato un simbolo internazionale.

Scroll to top