Il crollo del ponte? Ottimo terreno per bufale [27/08]

FAKE: IL CROLLO DEL PONTE? OTTIMO TERRENO PER BUFALE

Quale miglior occasione per i diffusori di bufale online che un evento della portata del crollo di ponte Morandi, a Genova, tra le notizie più cliccate dell’anno nell’immediato e nei giorni seguenti? Il caso non ha fatto eccezione. Sono subito spuntate, ad esempio, le tesi complottistiche: le più suggestive quelle che spiegano il crollo con l’esplosione di un ordigno e quindi che si sia di fronte ad un attentato. Poi, la consueta trafila di immagini fake: ecco quella, virale, del cane da soccorso trasportato in carrucola sulla zona delle macerie, che però risale agli interventi sulle Torri gemelle nel Duemilauno. Oppure, quella della bambina estratta viva dai pompieri: altro scatto vero, ma la disgrazia era il terremoto a Ischia. E infine, intere notizie o storie false: dalla carenza di sangue all’ospedale San Martino, smentita da più istituzioni sanitarie, alla morte di una famiglia di quattro persone: ma nell’elenco delle vittime non c’è traccia di Elena, Amanda, Paolo e Jacopo.

GOOD: CARO PAPÀ, TI REGALO IL “VIAGGETTO” CHE SOGNAVI

Che cosa non si fa per accontentare un figlio; ma spesso, perché no? Anche per rendere felice un genitore. Ad esempio, organizzargli il viaggio che sognava fin da bambino: quello sulla leggendaria Transiberiana. Con il particolare, però, che il papà di Maria Grazia ha novantotto anni. Per questo, è stato necessario organizzare ogni cosa nei minimi dettagli e assicurarsi che tutto fosse perfettamente compatibile con le esigenze del signor Renato Cocchetti che è sì in buona forma, ma non più un giovanotto. Insomma, il trasferimento in aereo da Milano a Mosca, città di partenza della Transiberiana, è parsa una passeggiatina. Ora, la destinazione è Pechino.

Scroll to top