Spike News - Fake vs Good 01:30
episodio

La cannabis antitumore e il cibo bio made in Italy

Fake: spunta la cannabis antitumore, l’ultima balla del web.

Dai cibi miracolosi alle diete bilanciate ed ora la cannabis antitumore. Nel mare magnum del web la fantasia non conosce regole e la bufala è sempre in agguato. Ma quando di mezzo c’è la salute, l’attenzione… va elevata al quadrato. Già, perché capita sempre più spesso di imbattersi in prodotti con composti ricavati dalla cannabis che promettono cure miracolose, bloccando la crescita delle cellule tumorali o inducendole al suicidio.
L’allert arriva dalla Food and drug administration (Fda), l’agenzia statunitense che regolamenta la vendita dei farmaci, che ha inviato ben quattro avvertimenti ad altrettante aziende americane che li vendevano illegalmente su internet. Sono circa 25 i prodotti che contengono cannabidiolo, un componente della marijuana, non approvato dalla Food and drug administration per nessun farmaco, in vendita on line sotto forma di capsule, gocce, sciroppi e finanche pomate che promettono… miracoli.
Ma i miracoli sono solo per il loro business!

 

Good: il cibo italiano sempre più bio e F.I.C.O.

E continuiamo a parlare di piante e di una bella novità green, di quello che potrebbe sembrare un parco didattico per bambini ma in realtà è un parco destinato a soddisfare i piaceri della gola in modo salutare, salvaguardo il gusto con prodotti mediterranei e bio.
Insomma è una parco F.I.CO!
Nasce a Bologna la Fabbrica Italiana Contadina, il parco dedicato alla biodiversità dell’agricoltura italiana, il primo al mondo per dimensione e contenuti: 80.000 metri quadrati all’interno dell’edificio del CAAB Mercato Ortofrutticolo con pascoli, frutteti e orti dimostrativi, negozi, 40 ristoranti con specialità italiane e chi più ne ha più ne metta. Uno tra i centri alimentari più grandi d’Europa, da scoprire mangiando, giocando, percorrendolo in bici o con esperienze multimediali.
Una vera Disneyland del culatello, della mortadella e del tortello!
Il Parco, ad ingresso gratuito, punta ad attrarre milioni di visitatori da tutto il mondo, racchiudendo l’eccellenza dell’enogastronomia italiana, dal campo alla… forchetta!

Scroll to top