Facebook chiede consigli per stanare le notizie false

Facebook corre ai ripari contro le fakenews. Il Social ha lanciato un sondaggio tra i suoi utenti per chiedere quali siano le testate più autorevoli e quali invece i siti che fabbricano bufale. “Conosci questo sito?”, “E’ affidabile?”, sono alcune delle domande poste all’utente. L’iniziativa, già sperimentata negli Stati Uniti, sbarca anche in Italia, oltre che in altri paesi europei. L’obiettivo? Limitare la diffusione di bufale e disinformazione che da tempo ha contagiato tutti i social network. I risultati del sondaggio, sperando che chi risponde dica il vero, per ora non avranno impatto immediato sulle notizie che appaiono sulle web community.
Ha il sapore della favola la storia di Mamoudou Gassama. Ventidue anni, maliano, fino a pochi giorni fa viveva nell’ombra nella periferia di Parigi, dove era arrivato lo scorso settembre come irregolare. Fino a quando camminando per la strada non ha visto un bambino appeso nel vuoto, con le mani aggrappate al balcone del quarto piano di un palazzo. Così, come fosse la cosa più naturale del mondo, Mamoudou si è arrampicato a mani nude, senza perdere tempo, senza alcuna protezione, salvando in pochi minuti il bimbo che stava precipitando. La scena è stata filmata dai passanti e il video sui social è stato visto e condiviso da milioni di persone. In poche ore è diventato un supereroe, per il web è Spiderman. Il ragazzo è stato poi ricevuto anche dal presidente Macron e per lui un lieto fine: sarà naturalizzato francese e verrà arruolato nei vigili del fuoco.

Scroll to top