Dai libri che contengono bufale a quelli che le combattono

L’errore, si dice, è dietro l’angolo, ma a volte anche dietro la pagina di un libro. Ne sanno qualcosa alcuni genitori che hanno trovato inesattezze nei testi scolastici dei loro figli. In un caso una mamma ha postato su Twitter la foto di un libro in cui si leggeva che non vi sarebbe gravità sulla stazione spaziale. Un errore su cui è intervenuta Samantha Cristoforetti, spiegando che “alla quota della Iss l’attrazione gravitazionale è circa il 90% di quella sulla superficie terrestre”. La stazione quindi ‘cade’ verso il suolo che però ‘curva’ alla stessa velocità, restituendo sulla terra l’immagine ingannevole di oggetti fluttuanti nell’aria.

Un padre invece ha postato su Facebook la cartina geografica del Friuli pubblicata su un sussidiario, piena di errori, tra cui il fiume Isonzo al posto del Natisone, a Cividale del Friuli, e la mancata indicazione delle Prealpi Giulie. Ma dai libri con bufale, a libri contro le bufale, che insegnano come ci si può difendere. Si va da saggi sul pensiero critico – come ‘Il mondo infestato dai demoni’ di Carl Sagan, o Racconti di scienza Bugie, bufale e truffe, graphic novel di Darryl Cunningham – a
“Chi ha paura della post-verità?” di Giovanni Maddalena e Guido Gili.

Scroll to top