Spike News - Fake vs Good 01:30
episodio

Australia, vince alla lotteria due volte in 6 giorni

Mondi virtuali, liti vere: i contendenti sono Billy Mitchell, gestore di ristoranti di cinquantadue anni, e Steve Wiebe, professore di quarantanove; campo di battaglia, i videogiochi e, in particolare, “Donkey Kong”. Che, per chi non lo sapesse, fa parte della preistoria del settore e per questo si parla di retrogaming. Ebbene, Mitchell è stato finora una sorta di eroe, il primo ad aver fatto più di un milione di punti a “Donkey Kong”. Ma il castello è venuto giù quando Twin Galaxies, l’organizzazione di riferimento per il retrogaming, ha annullato i record di Mitchell sostenendo che li abbia fatti attraverso un emulatore o, comunque, non di fronte a testimoni attendibili. Musica per le orecchie di Wiebe, suo storico rivale, il quale si è visto più volte rifiutare da Mitchell di poterlo sfidare in partite dal vivo ed ora, grazie alla decisione a tavolino, lo ha finalmente spodestato dal trono. Mitchell, da parte sua, giura di non aver mai usato emulatori e che adesso, seppur non in piena forma, dimostrerà di non aver barato. La sfida è lanciata.

È il testimonial perfetto della lotteria dello Stato australiano del Nuovo Galles del Sud. Domenica sei maggio ha portato a casa circa seicentoquarantaquattromila euro; il sabato seguente, dodici maggio, ha fatto il bis, migliorandosi: oltre novecentomila euro. Del super fortunato si sa solo che sarebbe un quarantenne della periferia di Sydney. Si conoscono, tuttavia, i suoi sogni nel cassetto: un’auto nuova, investire nel settore immobiliare e una vacanza ad Honolulu. Nel frattempo, se ci crede, potrà andarsi a giocare il sei e il dodici, i suoi giorni fortunati.

Scroll to top