Il pesce persico killer… la bufala che arriva da oltreoceano [17/08]

FAKE – PESCE PERSICO KILLER… LA BUFALA CHE ARRIVA DA OLTREOCEANO

“Il pesce persico è imparentato con i piranha ed è responsabile della morte di oltre 500 persone ogni estate negli Stati Uniti”. Una bufala… che ha lasciato però a bocca aperta molti appassionati di pesca e che ha fatto registrare un picco enorme tra i Google Trends. Da noi, quando si parla di persico, si pensa semmai a come cucinarlo. In quello che invece sembra uno stralcio di un articolo, si legge che il Bluegill, che è il parente americano del nostro pesce persico, sarebbe responsabile di ben 20 mila morti all’anno e che un branco potrebbe smembrare un corpo umano in meno di 15 minuti. Alla faccia dello Squalo di Spielberg! Peccato però che la specie sia assolutamente innocua. E soprattutto, che nessun cugino alla lontana arrivi dalla famiglia dei piranha… anche se, in effetti, un pò si somigliano!

GOOD – IL ‘NASO’ CHE STANA IL TUMORE ALLA CONQUISTA DELLA GRANDE MELA

Una sorta di ‘naso’ a forma di grande pipa che capta l’impronta e cattura le particelle organiche volatili del respiro. È ‘Pneumopipe’, progetto iniziato nel 2015 all’Università ‘Campus Bio-Medico’ di Roma per la diagnosi del tumore al polmone, e che ora si prepara a conquistare New York. Ma come funziona? Il paziente deve solo respirare nel dispositivo. La valutazione dei campioni viene poi effettuata da uno strumento capace di esaminare le caratteristiche dei composti volatili del respiro e di rilevare quelle miscele caratteristiche che sarebbero utili a intercettare i cosiddetti ‘falsi positivi’.

Scroll to top