World War Z: 5 curiosità sul film in onda venerdì sul canale 49

Il genere umano rischia l’estinzione a causa di un’epidemia che trasforma le persone in famelici e rabbiosi zombie. L’unico modo per fermare l’infezione è trovare il paziente “0”.

 

World War Z” è uno zombie-movie diretto da Marc Forster con Brad Pitt tratto dall’omonimo romanzo di Max Brooks.

Ecco 5 curiosità sul film in onda su Spike (canele 49 DTT) il 30 aprile alle 21.15:

 

#1 Finto documentario

Inizialmente il film doveva essere girato con lo stesso stile di “The Blair Witch project”, un genere noto come “mockmentary. Un finto documentario dove i protagonisti ricostruivano a ritroso la storia attraverso delle interviste.

#2 Brad Pitt vs Leonardo DiCaprio

Le case di produzione Plan B e Appian Way, rispettivamente di Brad Pitt e Leonardo DiCaprio, furono rivali per aggiudicarsi i diritti dell’adattamento cinematografico di World War Z.

#3 E lo swarm intelligence, bellezza!

Per i movimenti degli infetti è stato applicato il sistema conosciuto come e”swarm intelligence”, ovvero intelligenza dello sciame. I singoli individui non si muovono in modo indipendente, ma in base ad una sorta di intelligenza collettiva, come accade negli insetti.

#4 «’Na vorta ce stavano i ruoli pe’ li attori, adesso ‘i fa tutti Favino»

Nel cast figura anche il nostro Pierfrancesco Favino. L’attore di Romanzo Criminale interpreta il ruolo di un dottore dell’OMS.

#5 World War Z – 2

Sono anni che si parla di un possibile seguito, ma al momento non c’è nulla di certo. Anche se David Fincher ha manifestato in più occasioni la volontà di girare un sequel del film.

Scroll to top