Lol

L’Australia come il Molise, non esiste: la nuova teoria dei terrapiattisti

I terrapiattisti – un gruppo di complottisti che non crede nella sfericità della Terra – affermano in un comunicato sui social che l’Australia è un’invenzione della Gran Bretagna, e che quindi non esiste.

#AustraliaIsNotReal – L’Australia non esiste

Il post su Facebook de UNSW Flat Earth Society ( Associazione della Terra Piatta dell’ Università del Nuovo Galles del Sud) risale a 8 mesi fa, ma solo recentemente ha attirato l’attenzione degli utenti, diventando virale.

È stato il Mattino.it a rilanciare per primo la news sui media italiani.  La tesi di complotto afferma che l’Australia è un’invenzione dell’ex-Impero Britannico per giustificare il genocidio di migliaia di detenuti che, anziché essere spediti nelle regioni dell’Australia adibite storicamente a colonie penali, sono stati buttati in mare.

L’Australia non esiste, tutto quello che chiamate prove sono in realtà bugie ben fabbricate dai governi di tutto il mondo. I vostri amici australiani sono solo attori o robot e fanno parte di un complotto mondiale. Se pensate di essere stati in Australia, vi sbagliate di grosso. In realtà, siete stati sulle isole vicine o addirittura in Sud America e quelli che avete incontrato sono solo attori, ingaggiati dalla Nasa per recitare come se fossero veri australiani.

Il post prosegue con la più grande rivelazione di una terribile verità:

L’Australia è una delle più grandi bufale mai create e siete stati tutti ingannati. Unitevi al nostro movimento, e fate sapere che li avete smascherati. Fate sapere che è tutta una copertura. Tutte le notizie che giungono dall’Australia sono falsità, utilizzate per distrarvi dalla terribile verità di uno dei più grandi genocidi della storia. Dicono di aver trasportato 162mila persone per circa 80 anni, in realtà non hanno mai raggiunto quella terra promessa e sono stati gettati in mare

Brutte, brutte notizie per chi quest’estate pensava di fare un viaggetto in Australia.

Scroll to top