Insultare su Tripadvisor sentendosi degli Anthony Melchiorri: le 6 recensioni più assurde

Ispirandoci liberamente alla celebre pagina Facebook Insultare su Tripadvisor sentendosi grandi chef, e approfittando del lavoro della stessa, abbiamo voluto creare la nostra personale classifica con le più assurde recensioni postate sul noto portale web. In questa top 6, ribattezzata per l’appunto, Insultare su Tripadvisor sentendosi degli Anthony Melchiorri, troverete i giudizi spassionati di clienti non sempre felici del trattamento ricevuto all’interno delle strutture alberghiere di cui sono stati ospiti.

Il nome ci è venuto in mente perché crediamo che dentro ognuno di noi si celi un piccolo Anthony Melchiorri, che non vede l’ora di uscire fuori per fare le pulci allHotel da Incubo di turno.

Per questioni di leggibilità, in alcuni casi riporteremo sotto allo screenshot il testo integrale della recensione.

#1 “Vengono fuori dalle pareti! Vengono fuori dalle fottute pareti”

“metto una stella perché 0 non si può. Se volete farvi una vacanza in questo hotel meglio non prenotare. Mangiare 0 ( vedete le foto , quello è il secondo ) , mare meglio non parlarne. Dentro le stanze con i miei amici ci siamo fatti 4 giorni di ammazzare formiche che camminavano per le stanze e anche sopra il lavandino , condizionatore appena lo accendevamo gocciolava l’acqua .le stanze sporchissime. Animazione 0 completamente. Prima di prenotare in qualsiasi posto leggete le recensioni !!”

#2 Il bagno alla Fantozzi

“Forse sono io che pretendo molto… Lavoro nel campo del turismo e questo per me e una grande pecca xche vedo tutto negativo. Comunque scrivo questa recensione a finché gli operatori del turismo migliorino.
Sono stato in questo b&b e come sempre leggo le recensioni, che ho trovato positive.
La mia esperienza non è del tutto positiva, l accoglienza è stata buona il proprietario è venuto a prenderci sulla strada il che significa che non è facile da trovare, gentile è cordiale ci ha accompagnato alla camera dove a volo abbiamo pagato. La stanza e pulita ma con mobilio recuperato un po’ di qui un po’ di li… Siccome non dovevamo viverci andava bene, la biancheria non era delle più nuove comunque con il pigiama abbiamo dormito.c e l aria condizionata e il ventilatore a soffitto e quindi siamo stati freschi. I muri sono spartani come la tradizione leccese. I colori un po’ chic….la cosa che mi ha stupito più di tutto è il bagno alla fantozzi… Dove ci siamo fatti un casino di risate e non smettevamo più … Non so come descriverlo…. Bagno piccolissimo e senza finestre areato da un vortice…. Il vaso era nella doccia e ho provato x la prima volta in vita mia a fare la doccia e la cacca contemporaneamente :-))))… Ve lo consiglio può valere come terapia per chi è stitico, non era uno dei bagni più puliti che abbia visto.
La colazione è classica la sola pecca che il latte freddo (e arrivato a temperatura ambiente)mi è stato servito nella ciotola che a me non piace perché mi sembrava essere un cane….le signore che servivano la colazione erano gentili e cordiali.
Se mi chiedete: me lo consiglieresti? La risposta e : non lo so. Io ho visto di meglio nella zona a prezzi più bassi.
Un consiglio ai gestori… Senza spendere tanti soldi ogni tanto un piccolo investimento va fatto nelle strutture soprattutto nelle camere che è il luogo più usato dagli ospiti. Va bene il giardino va bene l accoglienza… Va bene tutto …. Ma la stanza e la stanza dove un ospite si deve sentire a proprio agio sotto tutti i punti di vista…. Noi siamo abituati a : MEGLIO UN UOVO OGGI CHE UNA GALLINA DOMANI. Un saluto sincero!”

#3 Prima ero schizofrenico, ora siamo guariti

#4 Bagnino arrongante e maleducato… ma ha anche dei difetti.

 

“Mi sono recata a fine luglio, con quattro amiche, per passare una giornata in piscina in tranquillità. Avevo letto le recensioni pessime sul bagnino ma, essendoci già state l’anno scorso alcune di noi, pensavamo essere esagerate….e aggiungo che il posto è veramente bello, quindi attira. Bene, al nostro arrivo non abbiamo nemmeno fatto in tempo a raggiungere la biglietteria perchè questo…personaggio discutibile (chiamiamolo elegantemente in questo modo) ci si è parato davanti e, senza nemmeno salutare, ci ha chiesto se conoscevamo la struttura e le sue regole. Abbiamo risposto di si. Non è finita: ha affermato che per lui eravamo un problema, perchè difficilmente 5 donne sarebbero state zitte tutto il giorno e lui sarebbe stato costretto a buttarci fuori…che il bagnino dell’anno scorso era troppo buono mentre lui fa rispettare le regole, che noi potevamo andare anche “in un acquapark dove poi vi saltano addosso gli zingari” (parole sue) e che, capiamo, se per caso lui ci mettesse vicino “3 suoi amici che tutto il giorno parlano di coca e di donne” (ma lui ha usato un altro termine) ) anche noi ci scocceremmo e ce ne andremmo, per cui lì in piscina non si puo’ parlare e lui deve vigilare….Io rispetto assolutamente la scelta dei proprietari che privilegiano la tranquillità, apprezzo che si venga informati prima di entrare in modo da poter scegliere….MA L’EDUCAZIONE ???? Inutile voler fare il posto zen ed elegante se poi ci si avvale della collaborazione di personaggi del genere….concludo dicendo che siamo 5 donne tutte attorno ai cinquanta anni , persone civili ed educate: non si può dire lo stesso ne’ di questo “bagnino” ne’ dei proprietari che gli consentono un simile comportamento. Non abbiamo comunque passato la giornata in “acquapark in mezzo agli zingari” bensì alla piscina dello Junior dove siamo state accolte e trattate con gentilezza e cordialità.”

  #5 Il porno-istruttore di Tennis

#6 I militari profughi algerini

In questo caso, alla recensione del cliente scontento segue la risposta epica dell’albergatore.
Si tratta di un caso che balzò anche agli onori delle cronache nazionali.

La recensione:
“Mi sono recato per una sola notte… FORTUNATAMENTE hotel:vecchio,sporco e cosa più indecente ho pagato per dormire in una situazione degradata!!”. A questo punto il cliente spiega le vere ragioni della sua indignazione: “Nella struttura erano presenti ben 31 “profughi” algerini che vivevano in questo hotel così tranquillamente che all’ingresso giocavano a domino e nella hole (hall, ndr) guardavano la TV algerina! Non aggiungo altro buon soggiorno a tutti!”

La risposta:
“A uso di chi ci legge, la informo che quelli che lei definisce “profughi algerini” sono l’equipaggio di una nave militare che un cantiere navale della zona ha venduto alla marina algerina. Cinque navi per circa dieci anni di lavoro, 300 milioni di euro l’unità, l’equipaggio in formazione per un anno presso la Marina Militare Italiana alloggia presso la nostra struttura. Si tratta di professionisti qualificati alle tecnologie più all’avanguardia esistenti, alcuni ingegneri e, in questo ultimo periodo, sono presenti colonnelli algerini per assistere alla consegna ufficiale.”

Vedi anche:

Scroll to top