I soliti idioti: la classifica dei personaggi più divertenti

Personaggi esilaranti. Tormentoni e modi di dire entrati nel linguaggio comune di tutti i giorni. Gag e scenette memorabili. I soliti idioti è un vero e proprio fenomeno non solo della comicità, ma anche della pop culture italiana degli ultimi anni. La divertente sketch comedy con protagonisti Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio è in onda tutte le domenica alle ore 23.30 su Spike (canale 49 del digitale terrestre) a partire dal 18 novembre. Un appuntamento settimanale che rappresenta il modo migliore per scoprire per la prima volta, oppure per “ripassare”, la galleria di spassosi personaggi che i due ci hanno proposto. Tra i molti presenti, ecco la top 10 dei nostri preferiti.

#10 Im(moralisti)

Una coppia di radical-chic benestanti composta da Marialuce (Mandelli) e Giampietro (Biggio), che restano letteralmente pietrificati quando si trovano al cospetto di persone differenti da loro. Anzi, di fronte a persone… anormali.

#9 Mamma esco

Il menefreghismo dei genitori di fronte a ciò che combinano i figli in versione I soliti idioti, e naturalmente in versione tutta da ridere.

#8 I morti di sonno

Personaggi se vogliamo “minori” della serie, ma che dimostrano tutta la genialità di Nongio & Biggio nel creare comicità anche dal nulla. O quasi. I morti di sonno sono infatti dei teenager che si esprimono non a parole, ma solo attraverso sbadigli.

#7 Fabio e Fabio (Dolce attesa)

Una coppia gay formata da Fabio e… Fabio. Ebbene sì, si chiamano entrambi così. Uno è perennemente attaccato al cellulare, mentre l’altro, quello che si considera “incinto”, ha sempre delle visioni del compagno in pose sexy. Ah, hanno anche due cani. I loro nomi? Omo e Sessuale.

#6 Il mafioso

Francesco Mandelli veste i panni di Totò Gruppusu, un uomo che cerca (invano) di “disintossicarsi” dall’essere un mafioso. Non perché lo voglia per davvero, ma perché costretto dalla moglie Carmela, interpretata da Giulia Michelini, la star di Squadra antimafia e Rosy Abate. Domanda-tormentone di questo fantastico sketch de I soliti idioti: “Che minchia guaddi?”.

#5 Il nichilista

Pompeo Avvighini, alias Il nichilista, è un personaggio che fa il verso non solo a Nietzsche, ma anche alle persone ipercritiche, più che mai onnipresenti soprattutto nell’epoca dei social network. Per lui non si salva niente, tutto è “merda”.

#4 Il precario

Povero precario. Il personaggio interpretato da Francesco Mandelli è la versione tragicomica, ma purtroppo anche piuttosto realistica, della figura lavorativa oggi probabilmente più oppressa negli uffici e nelle aziende. Quasi un adattamento moderno dello storico Ugo Fantozzi creato da Paolo Villaggio.

#3 Quindi quindi

Andare in palestra non è mai stato così divertente. Almeno in compagnia di Mandelli, Biggio e del sempre fenomenale Rocco Tanica. Il componente degli Elio e le Storie Tese veste qui i panni di un tassista che si spaccia per un grande playboy. Quindi quindi?
Quindi niente. Il resto dovete scoprirlo da soli, guardando I soliti idioti su Spike.

#2 Gisella e Sebastiano (Sono subito da lei…)

A chi nella vita non è mai capitato di trovarsi di fronte a un funzionario dei servizi pubblici, che siano le poste, la banca, il pronto soccorso o quant’altro, proprio come Gisella? La tuttofare più indisponente del mondo, interpretata da Biggio, è talmente assurda da risultare poi non troppo distante dalla realtà. E noi non possiamo fare a meno di sentirci ogni volta come il povero Sebastiano.

#1 Father & Son

Primo posto prevedibile? Può darsi, però c’è poco da fare. L’imbranato Gianluca (Biggio) e soprattutto il suo scatenato padre, Ruggero De Ceglie (Mandelli) sono tra i personaggi più divertenti che la comicità italiana ci abbia regalato negli ultimi anni. E non stiamo esagerando. L’eterno conflitto tra padre e figlio, tra generazioni differenti e tra modi diversi, molto diversi di comportarsi e di intendere la vita, sono fotografati alla perfezione in una serie di scene che non possono non far ridere. Dai cazzo!

Scroll to top