Droga e narcos: i film e le serie TV fondamentali sul narcotraffico

Il fascino del male. Lo dice anche il sottotitolo di una recente pellicola dedicata a Pablo Escobar, probabilmente il narcotrafficante più famoso, o se non altro il più famigerato, della Storia. Il tema dello spaccio e dei cartelli della droga è diventato soprattutto negli ultimi anni quasi un trend di moda. Il “merito” va tutto ad alcune ottime pellicole e a una manciata di serie TV cult. Questo tema così ostico e controverso è stato affrontato dal piccolo e dal grande schermo attraverso vari punti di vista, in diversi casi anche parecchio originali e brillanti. Per indagare in maniera più approfondita il losco, ma a suo modo pure intrigante, mondo del narcotraffico, ecco 10 titoli (anzi 11) da non perdere.

#1 Scarface

Tony Montana può essere considerato il “padrino”, passateci il termine, dei protagonisti del particolare sottogenere dedicato al narcotraffico. La pellicola diretta da Brian De Palma nel 1983, a sua volta remake dell’omonimo film del 1932 di Howard Hawks, vede uno straordinario Al Pacino nei panni di un rifugiato politico cubano che, una volta sbarcato a Miami, si fa strada nel commercio della droga. Fino a diventare il boss assoluto del traffico di cocaina. Un capolavoro cinematografico che rappresenta il primo passo d’obbligo per chi vuole confrontarsi con questo delicato tema.

#2 Quei bravi ragazzi

Robert De Niro e Ray Liotta

Altra tappa di base per affrontare il viaggio nel mondo del narcotraffico sono i film sulla mafia. Oltre a Il padrino, uno dei titoli che meglio si sono cimentati con questo tema è Quei bravi ragazzi. Lo splendido film di Martin Scorsese con Robert De Niro, Ray Liotta e Joe Pesci affronta il tema soprattutto nella seconda parte, quella ambientata a cavallo tra gli anni ’70 e ’80, e ti aspetta mercoledì 17 ottobre alle 21.30 qui su Spike TV (canale 49 del digitale terrestre).

#3 Traffic

La pellicola di Steven Soderbergh si confronta con il narcotraffico a 360° e attraverso tre punti di vista differenti. Tre storie in qualche modo intrecciate che raccontano la battaglia in “prima linea” al confine tra Usa e Messico per fermare il cartello di Tijuana, le indagini degli agenti della DEA sul suolo statunitense, ma anche la vicenda personale del capo di dipartimento anti droga che ha una figlia tossicodipendente.

#4 Blow

Penélope Cruz e Johnny Depp

Il film con Johnny Depp e Penélope Cruz è tratto da una storia vera, quella di George Jung, un trafficante di droga legato al cartello di Medellín, attivo negli anni ’70 e ’80. Un biopic realizzato in maniera brillante, ricco di citazioni e canzoni memorabili, sebbene sia dedicato a una figura non esattamente edificante.

#5 Breaking Bad

Il più inaspettato dei narcotrafficanti, e anche uno dei più indimenticabili. Walt White (Bryan Cranston) è un professore di chimica che, dopo aver scoperto di avere il cancro, cerca di racimolare più soldi che può per poterli lasciare in eredità alla famiglia. Quale modo più rapido per farli, se non mettendosi a cucinare e poi anche a spacciare cristalli di metanfetamina? Uno spunto molto singolare che però non è che appena l’inizio di una serie TV che in 5 stagioni ha saputo stupire in varie occasioni, raggiungendo livelli di tensione ed epicità impressionanti. Un consiglio, quindi: mai sottovalutare i professori, persino quelli in apparenza più tranquilli e pacifici.

#6 Narcos

Una vera e propria rivoluzione nel modo di raccontare il narcotraffico. La serie TV di Netflix ha contribuito in maniera fondamentale al “revival” di questo tema cui stiamo assistendo negli ultimi anni. In particolare le prime due stagioni, incentrate sulla figura di Pablo Escobar, il trafficante di cocaina numero 1 della Colombia, e del mondo intero, qui interpretato da Wagner Moura. Due stagioni che però non sono incentrate solo su di lui, ma anche sull’agente statunitense che ha dedicato la vita alla missione, diventata a un certo punto ossessione, di mettere fine al suo “impero”.

#7 Escobar: Paradise Lost e Escobar – Il fascino del male

Dopo il grande successo internazionale della serie Narcos, la figura di Pablo Escobar è ritornata prepotentemente in vita non solo sul piccolo schermo, ma anche nella pop culture e pure al cinema. Nel 2014 è arrivato Escobar: Paradise Lost, la storia di un ragazzo che si innamora della nipote del celebre narcotrafficante colombiano, nei cui panni troviamo Benicio del Toro. Quest’anno è inoltre uscito nelle sale italiane Escobar – Il fascino del male, che propone il controverso personaggio, interpretato in questo caso da Javier Bardem, visto dagli occhi di Virginia Vallejo (Penélope Cruz), la giornalista che a lungo è stata la sua amante.

#8 Sicario

Denis Villeneuve, il regista di Arrival e Blade Runner 2049, ci scaraventa letteralmente al confine tra Stati Uniti e Messico. Il problema del narcotraffico è presentato attraverso le vicende delle persone che dovrebbero cercare di fermarlo, ma il confine tra buoni e cattivi non è poi così definito. Diventato un piccolo cult, il film ha anche un sequel di imminente uscita, Soldado, questa volta diretto dal nostro Stefano Sollima e in uscita nei cinema italiani il 18 ottobre.

#9 La legge dei narcos

Scott Eastwood

Una pellicola action ad alta tensione con protagonista Scott Eastwood, il figlio del grande Clint, nei panni di un ragazzo che decide di aiutare un gruppo paramilitare di giovani che lottano contro i cartelli della droga. Una volta trovatosi nel mezzo del deserto messicano, avrà il suo bel da fare per cercare di raggiungere il confine degli Usa. Per scoprire se ce la farà, il consiglio è quello di mettersi comodi davanti al divano, sintonizzati sul canale 49 del digitale terrestre. Il film ti aspetta su Spike TV mercoledì 10 ottobre alle 21.30.

#10 Barry Seal – Una storia americana

Se la vicenda di Walt White in Breaking Bad è particolare, certo che pure quella del protagonista di Barry Seal – Una storia americana non è da meno. Ed è pure tratta da una storia vera. Barry Seal, interpretato dalla star Tom Cruise, è un ex pilota della Trans World Airlines che lavora prima come contrabbandiere di droga per Pablo Escobar, poi collabora per la CIA e infine aiuta persino la Casa Bianca. E attenzione perché nel 2019 arriva nei cinema The Mule, che racconta di un narcotrafficante ancora più sorprendente: Leo Sharp, un veterano di guerra 90enne interpretato da Clint Eastwood.

Scroll to top