Lol

Un giorno di ordinaria follia sull’A24: il POS gli mangia il bancomat e lui tira fuori la motosega

Quello che vi stiamo per raccontare potrebbe sembrare lo spunto per un film sullo stile di Un giorno di ordinaria follia, il cult di Joel Schumacher con protagonista Michael Douglas, e invece è successo per davvero. E pure in Italia.

 

Un uomo, le cui generalità non sono state rese note, ha cercato di distruggere un casello autostradale con una motosega. Il motivo? Il POS per il pagamento gli ha “mangiato” il bancomat e la reazione da parte dell’automobilista non è stata proprio delle più composte.

Cos’è successo?

La scena di ordinaria follia è avvenuta nella serata di ieri, domenica 6 gennaio, al casello di L’Aquila Ovest dell’autostrada A24. Quando l’uomo ha visto che il terminale di pagamento POS non gli ha restituito la sua scheda del bancomat, ha dato in escandescenze. Di brutto. Prima ha litigato in maniera accesa con il casellante presente. Dopodiché ha aperto il portabagagli della sua vettura, da cui ha estratto una motosega che ha usato per tentare di demolire il casello. Una scena degna di Leatherface, il villain della saga horror Non aprite quella porta.

 

Uno scatto d’ira che ha inoltre provocato un comprensibile terrore nel povero casellante di turno in quel momento. Nonostante lo spavento e le minacce da parte del cliente insoddisfatto armato di motosega, l’impiegato dell’autostrada è riuscito ad allertare le forze dell’ordine. Prontamente intervenuti sul posto, gli agenti di polizia sono riusciti a bloccare l’uomo, che comunque ha continuato a risultare in uno stato parecchio alterato anche una volta portato in centrale.

L’automobilista si trova ora agli arresti domiciliari e dovrà rispondere della denuncia per minacce e per danneggiamento. Chissà però che, a coprire le sue spese legali, non possa contribuire qualche sceneggiatore di Hollywood interessato a comprare la sua tanto pazzesca quanto cinematografica storia.

Scroll to top