District 9: ecco il cortometraggio che convinse Peter Jackson a produrre il film

Alive in Joburg (2005) è il cortometraggio alla base del film fantascientifico District 9 (2009), in onda venerdì 22 dicembre alle 21.15 su Spike.

District 9 è un film uscito al cinema nel 2009 e diretto dal regista sudafricano naturalizzato canadese Neill Blomkamp. La pellicola, girata in stile mockumentary (in italiano “falso documentario”),  affronta tematiche come la xenofobia e la segregazione razziale ai danni di una specie aliena, dai tratti somatici simili a dei crostacei, finita per caso sulla Terra a causa di un malfunzionamento dei motori dell’astronave. La storia si svolge nei sobborghi di Johannesburg dove sorge il District 9, un campo profughi che si ispira al Distretto 6, il quartiere residenziale realmente esistito durante il regime dell’apartheid dove vennero segregate 60mila persone.

District 9 va in onda venerdì 22 dicembre alle 21.15 su Spike, canale 49 del digitale terrestre

La colonia aliena vive per anni all’interno del Distretto 9 fino a quando, a causa delle proteste della popolazione umana che non li vuole sul territorio, il governo decide di deportare i gamberoni – questo è il nomignolo con cui vengono chiamati i profughi alieni – in una zona franca, distante dalla città. Tra gli incaricati per portare a termine questo compito c’è anche Wikus Van De Merwe, l’imbranato protagonista del film.

 

District 9 negli anni è diventato un cult nel suo genere, sopratutto fra i cinefili più accaniti, ma non tutti sanno che il film si basa su un cortometraggio dello stesso regista uscito nel 2005, che si intitola Alive in Joburg . Ed è proprio grazie a questo cortometraggio che Peter Jackson, produttore del film, si convinse a sviluppare la storia in un lungometraggio.

Scroll to top