Lol

#Aboliamoqualcosa: 5 cose di cui faremmo volentieri a meno

In seguito alle promesse elettorali – più o meno verosimili – di alcuni candidati per le politiche del 4 marzo, su Twitter è nata la campagna ironica #Aboliamoqualcosa.
Tweet dopo tweet, gli utenti stanno facendo le loro divertenti proposte, da chi vuole abolire lapizza all’ananas a chi, più concretamente, vorrebbe abolire l‘IVA sui libri.

Noi di Spike vogliamo unirci al coro e per questo motivo abbiamo fatto una lista di 5 cose che – secondo noi – andrebbero abolite.

 

#1 Il lunedì mattina

 

Un po’ banale, ma fin dall’alba dei tempi resta in cima alla lista delle cose da abolire.

#2 Le bufale/fake news/fattoidi

 

Le fake news danneggiano la società e creano malcontento.

#3 Ammiocuggino

Tutti abbiamo un amico il cui cugino – a sua detta – ha fatto esperienze inverosimili e, presumibilmente, lavora con la Polizia postale (o fa il grafico).

#4 Le telefonate promozionali

 

Squilla il telefono. La chiamata proviene da un numero non memorizzato in rubrica e speri subito che sia l’amore della tua vita.
Invece no, è solo l’ennesima chiamata del tuo vecchio operatore telefonico che ti prega in ginocchio di tornare da lui.
No, grazie.

#5 Gli spoiler

Lo spoiler, in particolare sulle serie TV, è una delle prime cause di rottura di un’amicizia tra due persone (senza fonte).


Scroll to top