6 curiosità su Kevin Spacey

6 fatti sul doppio premio oscar Kevin Spacey di cui – molto probabilmente – non eravate a conoscenza.

 

#1 Monello, sei un monello!

 
Da piccolo, l’attore statunitense, bruciò la casa sull’albero di sua sorella. Per punizione i genitori lo mandarono in una scuola militare dove si fece espellere qualche tempo dopo per aver picchiato un suo compagno con il copertone di una ruota.

#2 Il mio nome è Fowler, Kevin Spacey Fowler.

 
Spacey non è il suo vero cognome, ma il suo secondo nome. All’anagrafe è registrato come Kevin Spacey Fowler.

#3 Elementare, Watson!

 
Quando aveva solo 10 anni decise che da grande sarebbe diventato un attore. La decisione avvenne dopo una viaggio a Londra con i suoi genitori durante il quale vide una produzione su Sherlock Holmes.

#4 La beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto è stato mettere la testa di Gwyneth Paltrow in una scatola di cartone.

 
Spacey raggiunse la fama mondiale come attore nel 1995, dopo le sue interpretazioni magistrali in due film usciti nello stesso anno: Se7ven I Soliti Sospetti. Quest’ultimo gli valse il premio oscar come miglior attore non protagonista.

#5 Keep dreaming!

 
Nel 2006, Kevin confessò di voler diventare cittadino britannico. Quattro anni dopo, il principe Carlo gli conferì l’onorificenza di Comandante Onoraria dell’Ordine dell’Impero Britannico per il suo lavoro di attore.

#6 Kevin Spacey era bisex, ma ora è gay.

 
Il suo inaspettato coming out è arrivato giusto ieri sera alle 21.00 con controverso tweet di scuse al collega Anthony Rapp. Quest’ultimo ha raccontato di essere stato molestato da uno Spacey ubriaco quando aveva solo 14 anni (ora ne ha 46). Il premio oscar, che all’epoca dei fatti aveva 26 anni, ha dichiarato di non ricordarsi molto di quella vicenda, ma che si sente in dovere di porgere le sue più sentite scuse per un comportamento “profondamente inappropriato“. Nella seconda parte del tweet avviene l’auto outing dell’attore, il quale, dopo aver avuto storie sia con uomini che con donne, ha dichiarato apertamente che ora avrebbe scelto di “vivere da uomo gay“.

Scroll to top