4 cose che non sapevate su Il dittatore

Il dittatore (2012) è  una commedia diretta da Larry Charles con Sacha Baron Cohen (che intepreta il ruolo del dittatore) e Ben Kingsley. Il film racconta la storia dell’eroico tiranno Hafez Aladeen che fa di tutto affinché la democrazia non sbarchi nel suo paese, il fittizio stato africano di Wadiya.

La pellicola va in onda questa sera su Spike alle 21.15.

#1 Sacha Baron Cohen si è fatto cacciare dalla Notte degli Oscar 2012

In occasione dell’84ª edizione della cerimonia degli Oscar del 2012, Cohen si presentò sul red carpet con gli abiti dell’ammiraglio generale Hafez Aladeen, accompagnato da due delle sue sexy guardie del corpo. Durante un’intervista, Cohen rovesciò per “sbaglio” un’urna contenente le ceneri dell’amico dittatore Kim Jong Il addosso al presentatore di E!, Ryan Seacrest. Lo scherzo non piacque agli uomini della sicurezza che lo portarono via con la forza.

 

#2 Che barba che noia!

 

Per il film Cohen preferì farsi crescere la barba invece di indossarne una finta.

 

#3 Wadiya = Eritrea

Nel film ad un certo punto viene mostrata una cartina che indica la posizione della Repubblica di Wadiya, ma nella realtà quella regione corrisponde all’Eritrea.

#4 Chi ha paura delle ascelle pelose?

In un’intervista al magazine Flaunt, Anna Faris rivelò di aver provato un forte imbarazzo dopo aver scoperto di possedere dei peli ascellari come quelli di un uomo. Inizialmente, l’attrice 41enne, trovò divertente l’idea di non depilarsi per scendere nella parte della femminista ed ecologista Zoey, ma ignorava completamente il fatto di avere dei peli ispidi e neri.

Scroll to top