Lol

Sbronza memorabile: cucina noodles e poi si sveglia… nella casa sbagliata

Poteva finire con una denuncia, invece questa è una storia a lieto fine. Un ragazzo scozzese ha alzato “leggermente” il gomito ed è stato protagonista di una vera e propria notte la leoni. Scopriamo insieme la sua storia, che merita di essere raccontata e pure di essere tramandata alle future generazioni. Chissà inoltre che la sua sbronza non possa fare da spunto per un quarto capitolo della divertente saga post-alcolica con Bradley Cooper, Ed Helms e Zach Galifianakis.

Una serata alticcia

In Scozia, così come in tutto il Regno Unito, la birra e l’alcol in generale sono sempre ben accetti. In questo caso, il ragazzo protagonista della divertente disavventura ha inoltre partecipato a una festa per infrangere il limite alcolemico. La premessa ideale per una sbronza colossale. Per non deludere le aspettative, così in effetti è stato.

 

Al termine della festa, il giovane per fortuna non si è messo al volante, ma è riuscito a ordinare un taxi. Dopodiché si è svegliato a casa. Tutto bene, quindi?

Non esattamente. La casa infatti era di qualcuno, solo che… non era la sua.

La ricostruzione dell’accaduto

Con un video pubblicato su Facebook, e ora purtroppo non più disponibile, lo scozzese racconta che non ricorda assolutamente com’è riuscito a entrare nell’abitazione, che il mattino seguente ha scoperto essere di proprietà di una coppia di Glasgow.

Il ragazzo racconta che si è svegliato con i due sconosciuti di fronte, che gli hanno domandato chi fosse. Lui ha risposto che era lì per una festa, ma la coppia ha replicato assicurandogli: “Fidati, non c’è stata nessuna festa la scorsa notte”.

Non è finita qui. La cosa fantastica è che il giovane, completamente ubriaco, è riuscito anche a prepararsi un piatto di noodles, all’interno di una cucina che evidentemente non era la sua. Più tardi ha inoltre trovato una coperta e si è messo comodamente a dormire.

 

Cercando di ripercorrere gli avvenimenti della notte precedente, ancora in stato di hangover, il ragazzo si è reso conto che: “Invece di tornare alla festa, sono entrato nella casa a fianco”.

Il lieto fine

Per sua fortuna, i proprietari della dimora l’hanno presa sul ridere, hanno preparato all’intruso una tazza di tè caldo e gli hanno offerto pure una sigaretta, in modo da cercare di aiutarlo ad affrontare il post-sbronza. Tutto è bene quel finisce bene, insomma. Come in una classica fiaba, solo con un tasso alcolemico un pochino più elevato rispetto al solito.

Scroll to top