Lol

Il miglior rimedio contro le zanzare? La musica dubstep

L’estate sta quasi per arrivare. Cosa che significa caldo, spiaggia, mare, o se preferite montagna. In ogni caso: vacanze! Di contro, significa anche che stanno per tornare loro. A chi ci stiamo riferendo? Alle tanto temute e sempre fastidiose zanzare.

 

Quest’anno abbiamo però trovato un’arma efficace per difenderci dall’assalto delle loro punture. Non ci riferiamo a qualche prodotto in vendita nei negozi, né alle zanzariere.

 

Stiamo invece parlando di un genere musicale. Il miglior rimedio contro le zanzare è… la musica dubstep.

Skrillex, proteggici tu

Sembra che questo sottogenere dell’elettronica, diventato negli ultimi anni molto popolare, sia poco gradito dagli insetti meno graditi della Pianura Padana, e di varie altre zone dell’Italia e del mondo. Un pezzo in particolare: Scary Monsters and Nice Sprites, uno dei brani più celebri del noto DJ e produttore statunitense Skrillex.

 

A sostenerlo è un gruppo di biologi dell’Università di Washington. Stando ai loro studi, questo genere musicale, e soprattutto questa canzone, inibiscono la voglia delle zanzare di riprodursi e di mangiare.

Conducendo degli studi sulla zanzara Aedes aegypti, il cui morso può risultare persino letale, i ricercatori hanno rilevato che in questi insetti le vibrazioni a bassa frequenza facilitano la percezione di segnali da parte dei propri simili e dagli ospiti. Osservando i loro comportamenti, i biologi hanno quindi notato che, con la musica di Skrillex accesa, le zanzare sono meno propense ad attaccare gli uomini e pure ad accoppiarsi, poiché disturbate dalle potenti vibrazioni del pezzo. O forse perché sono troppo impegnate a ballare?

Gli studiosi hanno così concluso il loro studio a suon di bassi: “L’osservazione che tale musica possa ritardare l’attacco dell’ospite, ridurre l’alimentazione tramite il sangue e interrompere l’accoppiamento, offre nuove vie per lo sviluppo di misure di protezione e di controllo personali basate sulla musica contro le malattie trasmesse da Aedes”.

Non resta che provarlo

A questo punto, la prossima estate non ci resterà che verificare se questo rimedio naturale funziona, alzando il volume delle casse al suono della dubstep. Skrillex: né punti, né unti.

Vedi anche:

Scroll to top