Negli USA è scoppiata un’epidemia di cervi zombie (sì avete letto bene)

Fear the Walking Dead. Attenti ai morti viventi, ma d’ora in poi occhio anche ai cervi zombie.

Una nuova minaccia medica è in arrivo dal Nord America. C’è infatti una malattia simile alla mucca pazza che attualmente colpisce i cervi, le renne e le alci degli Stati Uniti e del Canada, che prossimamente potrebbe però infettare anche gli esseri umani. Paura? Noi un pochino sì, lo ammettiamo.

I sintomi

In cosa consiste questa pericolosa malattia prionica, anche nota come “malattia del deperimento cronico del cervo” e come “Chronic Wasting Disease (CWD)”? I primi segnali sono ravvisabili in qualche piccolo problema di deambulazione negli animali colpiti. Con il passare del tempo si manifesta poi una notevole diminuzione nel peso e anche qualche differenza nel loro comportamento. Le bestie infette tendono a isolarsi e danno segni di perdita di ludicità.

 

Nelle fasi finali di questa malattia i cervi barcollano senza meta, con lo sguardo perso nel vuoto e con la bocca grondante di saliva. Esatto, proprio come gli zombie dei film e di serie TV come The Walking Dead e Fear the Walking Dead. A questo punto i poveri animali malati, ormai incapaci di alimentarsi, muoiono di fame.

La minaccia futura

Questa sindrome nel Nord America è ormai conosciuta come “malattia dei cervi zombie”, ed è una forma di encefalopatia spongiforme trasmissibile, esattamente come il morbo della mucca pazza. Il primo caso documentato di questo morbo risale al 1967. Il paziente zero colpito è stato un cervo mulo presente in una struttura di ricerca del Colorado. Adesso si è tornato a parlarne perché alcuni studiosi ritengono possibile che in futuro la malattia possa mutare e colpire pure gli uomini.

 

Michael Osterholm, direttore del Center for Infectious Disease Research and Policy dell’Università del Minnesota, ha dichiarato: “È probabile che nei prossimi anni saranno documentati casi umani di CWD associati al consumo di carne contaminata. È possibile che il numero di casi umani sia sostanziale e che non siano eventi isolati. Se Stephen King scrivesse un libro su una malattia infettiva, scriverebbe di prioni come questo”.

Fear the Walking Dead su Spike

Noi naturalmente speriamo che questa ipotesi non si trasformi in realtà e ci auguriamo di continuare a vedere gli zombie soltanto al cinema. O su Spike. Vi ricordiamo che l’appassionante serie TV Fear the Walking Dead ci/vi aspetta sul canale 49 del digitale terrestre e sul canale 26 del digitale terrestre dal martedì al venerdì alle ore 2.30 di notte.

Vedi anche:

Scroll to top